La costa verde ......

È così chiamata per via della ricchissima vegetazione di lentischio, ginestra, corbezzolo e ginepro che scende dalle montagne fino al mare fra valli e dune di sabbia.

La Costa Verde, o Marina di Arbus, si estende sulla costa Sud Occidentale della Sardegna per circa 47 chilometri, in un susseguirsi di chilometriche e splendide spiagge, interrotte da cale rocciose, scure ed imponenti scogliere che scendono a picco sul mare e deserti di sabbia intercalati dalla profumata macchia mediterranea.

Tutt'intorno monti ed arbusti modellati dal migliore fra gli scultori: il vento. Non è raro infatti incontrare ginepri o altri arbusti piegati quasi fino al suolo come in un elegante inchino ad una natura ancora incontaminata e regale che non chiede altro che essere rispettata.

L'incanto e la magia .....

di un territorio rimasto quasi incontaminato, sospeso nel tempo, per ragioni legate al passato economico, basato, fino alla metà del secolo scorso, sulle attività minerarie; importantissimi erano, infatti, i centri di Ingurtosu, Montevecchio e Buggerru, da cui proveniva circa il dieci percento della produzione mondiale di piombo e zinco.

In seguito alla chiusura delle attività produttive ed al conseguente abbandono del territorio da parte di attività umane, la natura ha avuto modo di prendere la sua rivincita, sviluppandosi in modo spettacolare, fino a dare luogo ad un ecosistema unico.

I ruderi dei villaggi e dei palazzi minerari abbandonati, delle gallerie dove ancora riecheggiano i passi dei minatori che lì lavorarono, sono oggi veri e propri monumenti di archeologia mineraria, che con il loro fascinoso silenzio si incastonano in un ecosistema che offre paesaggi fra i più affascinanti di tutto il bacino del Mediterraneo, attribuendogli un'atmosfera unica.

Queste aree sono diventati dei veri e propri monumenti, facenti parte del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna, ufficialmente riconosciuto nel 1997 dall'UNESCO come primo parco all'interno della rete mondiale dei Geositi/Geoparchi.

Questa è anche la patria del cervo sardo che, insediato qui da secoli, è tornato a regnare su queste montagne dopo avere rischiato l'estinzione; non è raro di primo mattino, durante delle passeggiate sulla sabbia, incontrare dei cervi che si spingono fino al mare.

La Costa Verde rappresenta, dunque, un patrimonio unico in tutta la Sardegna, non a caso infatti è stata ripetutamente premiata con le cinque vele di Lega Ambiente.

Una vacanza .....

Una vacanza in Costa Verde può nascere anche per caso, anche perchè come chi scrive si dice "lì non ci sono mai andato !" ....

.... ma quando ci sei verrai catturato da un mondo nuovo, originale, sospeso nel tempo e forse anche nello spazio; mondo dal quale non potrai più sfuggire, caratterizzato dalle dune, veri deserti di sabbia che scendono fino al mare creando spiagge uniche, immense e silenziose, pareti di arenaria, incantevoli cale che il solo goderne con lo sguardo ti ritempra.

Non troverai né eccessiva presenza di alberghi, villaggi turistici o discoteche, né animatori e ombrelloni schierati, ma solamente il silenzio, la natura e alcuni carrelli arrugginiti insieme ai resti di impianti minerari abbandonati, in una atmosfera da villaggi fantasma dei film western.

Una vacanza in Sardegna, in un luogo che ti consentirà lunghe passeggiate nel più totale silenzio, interrotto solamente dal vento e dal frangersi delle onde, frequentato quasi esclusivamente da un turismo alla ricerca soprattutto della tranquillità, del proprio intimo ricongiungimento con il mondo della natura.

Troverai un'accoglienza caratterizzata da piccole strutture ricettive affitto di case estive, Bed & Breakfast, Agriturismi tutti a conduzione familiare, tutti con la caratteristica di farti immergere nella tipica vita sarda ancora più tipica in quest'angolo di Sardegna.

La Costa Verde è un paradiso che merita di essere esplorato fino in fondo perchè regala emozioni e momenti di grande suggestione.

Come arrivare

La Costa Verde è situata nella parte Sud Occidentale della Sardegna, appartiene al comune di Arbus ed alla provincia del Medio Campidano.

È possibile raggiungere la Costa Verde, ad esempio la località di Portu Maga, provenendo da Nord lungo la SS 131, uscendo dalla statale a Marrubiu, provenendo da Sud lungo la SS 131 uscendo dalla statale a Sanluri oppure provenendo da Sud lungo la SS 126.

Provenendo da Nord lungo la SS 131 ed uscendo dalla statale a Marrubiu è anche possibile un percorso alternativo, decisamente più breve, sfruttando la diga di Marceddì che consente di attraversare lo stagno; la diga non è transitabile ma è abitualmente utilizzata.

Per maggiori dettagli sul territorio, spiagge, luoghi, come spostarsi e sulle strutture per il turismo, è possibile consultare la pagina Mappa del Territorio.